a. la città digitale – città intelligente

Intendiamo costruire una città smart, una città efficiente, capace, inclusiva, moderna, sostenibile. Una città intelligente richiede interventi coordinati e integrati a livello sociale, ambientale ed economico volti alla valorizzazione del capitale umano e alla riduzione degli impatti ambientali. Per una città intelligente dobbiamo integrare lo sviluppo tecnologico con le diverse funzioni: dalla mobilità alla gestione delle risorse anche naturali, dalla rete dei servizi, alla partecipazione sociale.
Questo è un obiettivo davvero sfidante per il governo della città nei prossimi anni. Serve poi conoscere lo stato delle cose, la presenza sul territorio della banda larga, delle reti tecnologiche che abbiamo e della loro capacità di supportare le esigenze sempre maggiori di connettività di enti, imprese e famiglie. Su questo, con l’aiuto di esperti e aziende del settore intendiamo sviluppare un vero e proprio programma per la per la città digitale e mettere a punto gli strumenti per una città intelligente.
Per quanto riguarda direttamente il Comune intendiamo predisporre anche tutte le tecnologie necessarie per portare il maggior numero di servizi possibili direttamente disponibili sui device dei cittadini (app informative, sportelli online, strumenti per pagare parcheggio, imposte, rette ecc.). Con un progetto chiaro e investimenti adeguati il sistema informativo comunale deve assumere un ruolo centrale nello sviluppo coerente e unitario dei servizi digitali.
Attiveremo subito, perciò, un tavolo per la città digitale e intelligente, mettendo insieme conoscenze e competenze per elaborare un progetto operativo, sia per quanto riguarda le politiche e i servizi comunali sia per la infrastrutturazione complessiva del territorio. Una città digitale e intelligente diventa altamente attrattiva e se vogliamo portare investimenti e creare lavoro questo è un progetto irrinunciabile.
Oggi non c’è piena cittadinanza senza la conoscenza e l’uso degli strumenti digitali. Internet, accesso, conoscenza, privacy, identità, anonimato, sicurezza, sono alcune parole chiave che sostanziano le modalità di produzione e uso dei saperi, i criteri di organizzazione del lavoro e del tempo libero, le forme della partecipazione politica.

Programma