c. riorganizzazione servizi interni

tema importante quanto delicato ma va affrontato con la collaborazione del personale e delle sue rappresentanze sindacali. Va analizzata con attenzione la piena rispondenza tra l’organizzazione attuale e le funzioni che l’amministrazione svolge e, soprattutto, le esigenze dei cittadini. Può servire per questo, affidare all’esterno un’analisi del genere e un progetto d’organizzazione, capace di coniugare la valorizzazione delle tante belle professionalità interne con la necessaria efficienza e trasparenza richieste dal cittadino, mediante anche l’indispensabile supporto delle tecnologie. Serve una forte spinta sulla digitalizzazione di pratiche, procedure e archivi, ripensando anche la logistica interna e la distribuzione dei servizi.
Una novità, scaturita anche dagli input del piano strategico, può essere la creazione di un qualificato front-office (un vero foro urbano), in grado di rispondere alla gran parte dei problemi che il cittadino, durante l’anno, si trova a dover affrontare con l’amministrazione. Un luogo fisico di facile accesso, con personale qualificato e multitasking, che consenta al cittadino di avere informazioni, risposte e servizi in tempi rapidi e gli eviti di salire mille scale inutilmente. Certo questo richiede anche una riorganizzazione del back-office e, per questo, un approccio manageriale esterno potrebbe tornare molto utile.

Programma